CALCIO- IL MERCATO DELLA FIORENTINA

Alla Fine del Calciomercato la squadra appare indebolita.

di Paolo Caselli

Come sempre, sarà il campo ad emettere le sentenze, e ad essere giudice inappellabile, ma se, si deve giudicare la stagione viola sulla base degli esiti del calciomercato la Fiorentina appare indebolita.

Perso il giocatore di maggior classe, Bernardeschi, il miglior finalizzatore e il miglior regista d’attacco, Kalinic, uno dei migliori centrocampisti, Vecino, le fortune della squadra viola  è nelle mani di due ventenni o poco piu, Simeone e Chiesa, ottimi, ma forse ancora acerbi per una Fiorentina competitiva come gli scorsi anni.

I problemi riguardano difesa e centrocampo, la posizione di Benassi,  le condizioni fisiche di Saponara, la forma di Eysseric,  le scarse attitudini al palleggio di Sanchez e Veretout, fanno sì che si sia affidati a Badelj e Thereau, che credo non siano uomini tali da fare la differenza, così come il talentuosi, ma ancora algido Gil Dias

In difesa, chiaro che il costoso acquisto, 8 milioni, Vitor Hugo, per molte ragioni non dia ancora sufficienti garanzie, si è legati alla intesa Astori- Pezzella, vedremo come sapranno integrarsi in campo,sulle fasce Gaspar, Olivera,Biraghi,Laurini non mi paiono fulmini di guerra soprattutto in fase di copertura.

Sportiello, non impeccabile contro la Sampdoria avrà modo di dimostrare il suo valore, ma 5 gol in due partite, in proiezione oltre i 50 gol al passivo in una stagione non lasciano spazio ai sogni.

La dismissione di Diego Della Valle al calciomercato ha dato i suoi acerbi frutti.

error: Content is protected !!