Fiorentina Spal 0-0 Francesco Matteini l’ha vista così….

Fiorentina-Spal 0-0: io l’ho vista così (Fine dell’incantesimo: la “carrozza viola” è tornata zucca)

Firenze- Fine dell’incantesimo. Al 93′ minuto della settima partita la carrozza viola torna ad essere zucca, i cavalli ridiventano topolini e il cocchiere un bastardino. Si calano le carte e il settebello ce l’ha in mano la Spal che prolunga la propria serie di partite utili, mentre la Fiorentina vede infrangersi l’obiettivo della settima vittoria consecutiva contro un muro a striscioline bianche e celesti. Non è un dramma, ovviamente. Prima o poi sarebbe capitato, putroppo è successo un po’ troppo “prima” rispetto al sogno accarezzato. Ai viola non sono mancate né la grinta, né la determinazione. Sono invece riemerse l’imprecisione e l’evanescnza di chi entra dalla panchina. La delusione non deve liquefare la capacià di reagire. Mercoledì si torna in campo.

Sportiello 6 – Ordinaria amministrazione senza patemi d’animo.

Milenkovic 6 – Guarda le spalle a Chiesa e si offre sempre per lo scarico dei compagni, na non spinge mai.

Pezzella 6,5 – Arriva sulla palla sempre prima di Floccari e Antenucci. All’ultimo minuto potrebbe battere a rete ma, da difensore, calcia in curva.

Hugo 6 – Attento e coriaceo, ma un po’ impreciso, fino a quando entro lo sgusciante Paloschi che gli crea qualche disagio.

Biraghi 4,5 – Più facile metterla in porta che buttarla oltre la traversa: spreca la più clamorosa delle occasioni. Lazzari gli fa vedere i sorci verdi.

Dabo 6 – Gioca semplice rischiando poco e combattendo molto.

Veretout 5,5 – Corre per tutto il campo senza tregua ma sbaglia i lanci decisivi.

Benassi 5,5 – Più intercettore che incursore. Incide poco.

Saponara 5,5 – Eccesso di leziosità e errori di misura. Un passo indietro. Forse anche due.

Chiesa 7 – Si danna l’anima su entrambe le fasce. Crea per sè e per gli altri. Difetta un pizzico nella precisione.

Simeone 4,5 – Manca di tempismo: vede sfilare due palle gol per frazioni di secondo.

Falcinelli 5 – Entra in campo ma non in partita.

Eysseric 5 – In una gara così, un giocatore di qualità entra e determina: compito fallito.

Dias 4 – Due azioni per il gol vittoria buttate al vento: non si smentisce.

Pioli 6 – La squadra non ha cali di gioco o di concentrazione. Gli errori tecnici dei singoli non gli si possono addebitare. In panchina non ha molto, però forse potrebbe osare qualcosa di più (ma questo è un discorso ormai vecchio)

Arbitro Orsato & C. 6,5 – Fischia un rigore inesistente ma ha l’umiltà di farsi correggere dal Var.

Commento Sky Marinozzi-Pellegrini 6 – Si possono ascoltare. Ma anche no.

error: Content is protected !!