C.S. Oltre 5000 presenze alla Giornata Paralimpica Toscana di Sesto Fiorentino

mde

 

Oltre 5000 presenze alla Giornata Paralimpica Toscana 2018

Nel contesto della Notte Bianca dello Sport di Sesto Fiorentino

Oltre 5000 le presenze ieri, giovedì 13 settembre, per la Giornata dello Sport Paralimpico Toscana 2018, la manifestazione promozionale del Comitato Italiano Paralimpico Toscana, inserita nella Notte Bianca dello Sport di Sesto Fiorentino. Persone di ogni età hanno potuto cimentarsi con tante discipline, sia olimpiche che paralimpiche, fianco a fianco nello stesso contesto, mai così integrato: Atletica, Calcio, Danza Sportiva, Judo, Scherma, Showdown, Sitting Volley, Tennis in carrozzina, Tennis Tavolo, Tiro a segno, Tiro con l’arco, Wheelchair Basket hanno incuriosito e divertito tutti, specialmente i più giovani, che in un contesto festoso e giocoso si sono bendati e seduti in carrozzina per toccare con mano questi affascinanti sport. Testimonial d’eccezione il campione di atletica paralimpica, amputato agli arti inferiori, Andrea Lanfri, recentemente reduce da un argento e un bronzo agli Europei. E poi Stefano Gori, storica figura dell’atletica per non vedenti, che ha corso assieme a una giovane sprinter. E ancora Daniele Cassiani, l’arciere in carrozzina che vanta medaglie e podi a livello europeo e mondiale, Giuseppe Mariano e Alessio Benvenuti, judoki non vedenti, gli schermidori paralimpici Liliana Tolu e Michele Vaglini, i ragazzi delle Volpi Rosse del basket in carrozzina, i calciatori con disabilità intellettiva e relazionale della Quarto Tempo, e tanto altro ancora a rappresentare molte tipologie di disabilità e un’ampia fetta dell’offerta del mondo paralimpico. La soddisfazione del CIP Toscana è espressa dal Presidente Massimo Porciani, che è anche intervenuto anche all’interessante convegno “Notte Bianca dello Sport – Opportunità ed esperienze dall’Europa”: “Ancora una volta il successo della Giornata Paralimpica Toscana dimostra quanto è importante far conoscere il nostro mondo e i benefici che una persona disabile può trarre dalla pratica sportiva. Un contesto integrato, aperto e festoso come quello della Notte Bianca dello Sport di Sesto Fiorentino, che ringraziamo per l’ospitalità, favorisce l’avvicinamento al paralimpismo”.

dav

mde

mde

dig

error: Content is protected !!